This site uses cookies to provide a better experience. Continuing navigation accept the use of cookies by us OK

Italy4Innovation: “Fintech per la Ripresa. Prospettive dall’Italia e dal Regno Unito”.

Date:

06/29/2020


Italy4Innovation: “Fintech per la Ripresa. Prospettive dall’Italia e dal Regno Unito”.

Il 24 giugno 2020 si è tenuto il 13esimo appuntamento di Italy4Innovation (il primo in formato digitale a causa delle restrizioni COVID-19). La fortunata serie lanciata dall’Ambasciata di Londra per la promozione dell’Italia dell’innovazione e della tecnologia è tornata a parlare di Fintech, settore che ha avuto un ulteriore crescita proprio in ragione della accelerazione digitale portata dalla pandemia.

L’occasione è stata propizia per aggiornare il folto pubblico collegato circa le ultime novità sul panorama Fintech italiano, già oggetto, come ricordato dall’Ambasciatore d’Italia Raffaele Trombetta nel suo saluto iniziale, di specifico approfondimento e raccomandazioni del Governatore della Banca d’Italia Visco.

Andrea Crovetto, Presidente di FintechItalia, ha illustrato le ultime novità legislative introdotte nel paese. Aspetto molto significativo è la rapida adozione di modalità di tecnofinanza da parte delle nostre PMI, grazie ai vantaggi in termini di efficienza, efficacia, costi, interattività e personalizzazione offerti da questi nuovi attori finanziari.

Gli importanti numeri del Regno Unito sono stati commenti da Janine Hirt, COO di Innovate Finance. Ma malgrado il divario, l’impressione complessiva è che l’Italia del Fintech stia correndo molto, guadagnando rapidamente posizioni. Giova a tale rincorsa lo stretto legame che gli operatori del nostro paese hanno intrecciato con il panorama Fintech britannico, come eloquentemente esemplificato dalla presenza di società con un piede in entrambi i mercati. Presenti infatti testimoni di importanti realta’ del Fintech, quali Ignazio Rocco di Torrepadula di Credimi, Benedetta Arese Lucini di Oval Money e Mattia Ciprian di Modefinance.

Il seminario, sapientemente moderato da Helene Panzarino del Centre for Digital Banking and Finance, è stata anche l’occasione per un ampio giro d’orizzonte sulle principali dinamiche del Fintech su scala internazionale, e in particolare in Europa, e dei suoi rapporti con le trasformazioni in corso nella finanza, sulle quali ha magistralmente elaborato il noto esperto e autore Paolo Sironi, Global Research Leader Banking and Finance di IBM.

L’appuntamento è fra qualche mese, quando verrà presentato il primo sandbox italiano, un’altra opportunità per gli investitori stranieri interessati alle potenzialità offerte dall’Italia


1088