Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Conferenza stampa ENIT

Data:

21/10/2020


Conferenza stampa ENIT

Si è svolta ieri a Londra attività di promozione dell'Italia come destinazione turistica con un evento virtuale dedicato alla stampa specializzata del Regno Unito. Ospitata da ENIT e aperta dall'Ambasciatore Raffaele Trombetta, alla conferenza stampa hanno partecipato Maria Elena Rossi, direttrice marketing, Flavio Zappacosta, direttore dell'ufficio di Londra e Sir Rocco Forte, fondatore e Presidente dell'omonima catena internazionale con importanti investimenti alberghieri anche in Italia. L'iniziativa è stata programmata in un periodo dell'anno nel quale normalmente la capitale britannica ospita il World Travel Market, l'annuale fiera internazionale dedicata all'industria turistica che quest'anno si svolgerà soltanto in modalità digitale.

Ai circa 100 giornalisti britannici invitati, l'Ambasciatore Trombetta ha illustrato la tendenza in crescita dei viaggi per turismo verso l'Italia fatti dai cittadini britannici. "Nel 2019 i britannici che hanno fatto turismo in Italia sono stati oltre 3 milioni. Per riguarda quest'anno, da un recente sondaggio è emerso che il 16% dei britannici che la scorsa estate ha viaggiato all'estero per turismo ha scelto l'Italia. Questa propensione a scegliere l'Italia è certamente anche il frutto delle misure messe in atto e dei messaggi positivi che il nostro paese ha saputo veicolare durante i mesi estivi. Positivo inoltre che il pubblico britannico mostri di apprezzare anche itinerari e mete alternative a quelle delle grandi città e delle località più rinomate: ad esempio i britannici costituiscono il 10% dei turisti internazionali arrivati quest'anno in Calabria e nelle Marche. Altra destinazione in ascesa è l'Umbria".

L'evento ha permesso di aggiornare i media britannici sulle misure previste per l'ingresso in Italia: al riguardo, è alta l'attenzione verso i servizi di testing offerti gratuitamente in diversi aeroporti della penisola, considerati da alcuni ospiti un esempio da imitare in tutta Europa per facilitare la ripresa in sicurezza di viaggi e spostamenti. ENIT ha inoltre annunciato la Virtual Italian Week/Workshop Europa, in programma dal 2 novembre prossimo, che dedicherà spazio ai viaggi nelle città d'arte e in montagna.

Una tendenza confermata anche da Rocco Forte che ha rivelato che l'estate scorsa i resort nel gruppo in Sicilia e Puglia hanno riscontrato un incremento di turisti britannici, molti dei quali si sono recati in quelle località per la prima volta. La dott.ssa Rossi ha evidenziato come in Italia, rispetto a molti altri Paesi europei stiano andando avanti, con le dovute cautele, un volume maggiore di grandi eventi di richiamo, ad esempio Il Roma Film Festival (dopo la Mostra del Cinema di Venezia), il Giro d'Italia, alcune fiere commerciali, la Fiera internazionale del tartufo bianco di Alba, solo per citarne alcuni.


segue notizia ANSA sull'evento


Turismo: Italia resta fra mete preferite di cittadini Gb

(ANSA) - LONDRA, 21 OTT - L'Italia resta fra le mete preferite dei turisti britannici, nonostante il difficile periodo rappresentato dall'emergenza Covid. E' quanto emerso a Londra in una conferenza stampa virtuale ospitata da Enit e aperta dall'ambasciatore d'Italia Raffaele Trombetta, che ha illustrato la tendenza in crescita dei viaggi per turismo verso l'Italia fatti dai cittadini del Regno Unito. "Nel 2019 i britannici che hanno fatto turismo in Italia sono stati oltre 3 milioni. Per quanto riguarda quest'anno, da un recente sondaggio è emerso che il 16% dei britannici che la scorsa estate ha viaggiato all'estero per turismo ha scelto l'Italia", ha detto Trombetta. Secondo l'ambasciatore, questa propensione a scegliere l'Italia è certamente anche il frutto delle misure messe in atto e dei messaggi positivi che il nostro Paese ha saputo veicolare durante i mesi estivi. Positiva anche la scelta di mete alternative a quelle delle grandi città e delle località più rinomate: i britannici costituiscono il 10% dei turisti internazionali arrivati quest'anno in Calabria e nelle Marche. Altra destinazione in ascesa è l'Umbria. Alla conferenza stampa hanno partecipato Maria Elena Rossi, direttrice marketing dell'Enit, Flavio Zappacosta, direttore dell'ufficio di Londra per l'agenzia del turismo italiana e Sir Rocco Forte, fondatore dell'omonima catena alberghiera internazionale. L'iniziativa è stata programmata in un periodo dell'anno nel quale normalmente la capitale britannica ospita il World Travel Market, l'annuale fiera internazionale dedicata all'industria turistica, che quest'anno si svolgerà soltanto in modalità digitale.

 


1100