Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

2020

 

2020

XXV SEMINARIO DI VENEZIA, 17-19 gennaio 2020

XXV Seminario di Venezia per i giornalisti britannici - film

Caratteristiche salienti della 25esima edizione
La 25esima edizione del Seminario di Venezia per i giornalisti britannici, svoltasi dal 17 al 19 gennaio 2020, è stata caratterizzata da alcune iniziative speciali volte a sottolineare l’importante anniversario.

1. Le attività sono state suddivise in tutte le sedi e istituzioni che hanno ospitato l’evento dal 1996: Fondazione Cini, Università Ca’ Foscari e Hotel Monaco e Gran Canal.

2. Su proposta dell’Ambasciata e grazie alla generosa partecipazione di Banca Intesa Sanpaolo, Leonardo Company e Snam, l’Ambasciatore Raffaele Trombetta e il Magnifico Rettore Michele Bugliesi hanno inoltre annunciato l’avvio di un progetto di ricerca presso l’Università Ca’ Foscari mirato allo studio di tecniche innovative di protezione dei monumenti marmorei e lapidei dagli effetti dei sali marini. L’iniziativa, nata all’indomani delle mareggiate del novembre 2019, è ispirata dal desiderio di contribuire alle capacità di risposta della Città di Venezia ai danni provocati dall’acqua alta.

3. In un contesto internazionale che ha la questione climatica al centro dell’agenda e nell’anno nel quale Italia e Regno Unito lavorano insieme in preparazione della COP26, l’edizione 2020 del Seminario ha dedicato per la prima volta un’intera sessione dei lavori al tema dell’ambiente e della transizione energetica.

4. In linea con questa attenzione, è stato inoltre avviato un percorso verso un Seminario a impatto ambientale ridotto. Tra le misure di sostenibilità adottate vale la pena citare: l’utilizzo di materiali e prodotti compostabili e una gestione dedicata del ciclo dei rifiuti in occasione degli eventi conviviali; la collaborazione con l’azienda di trasporto pubblico della Città di Venezia per ridurre il numero di corse in taxi/vaporetto nelle acque del Canal Grande.

Partecipazione
Il Ministro per gli Affari Europei, Vincenzo Amendola, la Vice Ministra per gli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale, Emanuela Del Re, il Vice Ministro all’Economia e Finanze, Antonio Misiani, il Sottosegretario all’Ambiente, Roberto Morassut, il Direttore Generale della Banca d’Italia, Daniele Franco, sono stati gli interlocutori istituzionali degli oltre 40 giornalisti che hanno partecipato al Seminario in rappresentanza di Financial Times, The Times, Daily Telegraph, BBC, SKY, Guardian, Economist, Channel 4 News, Bloomberg, Thomson Reuters, The Observer, The Independent, Evening Standard, Politico EU, CNBC, Foreign press ass, Project Syndacate, La Repubblica, MEDIASET, Sky TG 24, Corriere della Sera, RAI, Ansa, Il Sole 24 Ore.

Per le imprese sponsor sono intervenuti gli Amministratori Delegati Alessandro Profumo (Leonardo) e Marco Alverà (Snam), il Chief Economist di Banca Intesa Sanpaolo, Gregorio De Felice, il Vice Presidente di Eni, Lapo Pistelli, il Chairman e Managing Director di Trenitalia UK, Ernesto Sicilia e il Group Managing Director di Novamont Marco Fumagalli.
Green Network Energy ha sponsorizzato in esclusiva la cena di gala del venerdì sera.
Campari Group ha contribuito agli eventi sociali con i propri prodotti e personale dedicato.

Sessioni di lavoro. Temi e contenuti.
Le tre sessioni di lavoro sono state moderate dai giornalisti Gianni Riotta (geo-economica), Maurizio Molinari (situazione internazionale) e Myrta Merlino (ambiente e transizione energetica).

La sessione economica ha consentito di descrivere e analizzare le potenzialità inespresse e la resilienza del sistema industriale e finanziario italiano. Le relazioni hanno in particolare evidenziato le caratteristiche strutturali positive del nostro sistema economico: basso indebitamento privato, capacità di adattamento del tessuto industriale, perseveranza nel percorso di riforme pubbliche, buono stato di salute complessivo del settore bancario. Altri temi approfonditi: l’Euro, le regole di finanza pubblica dell’UE e i loro effetti strutturali sul ciclo economico.

Il Ministro Amendola ha aperto i lavori della seconda giornata con un intervento incentrato sul ruolo dell’Italia nell’UE e nel contesto regionale. La sessione sui temi geopolitici è poi proseguita con i dialoghi di Maurizio Molinari con l’AD di Leonardo Alessandro Profumo e il Vice Presidente di Eni Lapo Pistelli sugli scenari dei principali dossier politici internazionali e le loro implicazioni per attori globali come Leonardo e ENI.

I presupposti culturali, economici ed industriali della transizione energetica sono stati il tema dominante delle presentazioni e del dibattito sulle tematiche ambientali.

L’intervento di chiusura della Vice Ministra Del Re si è soffermato sulle priorità tematiche della politica estera italiana, incluso il futuro dell’Unione Europea, la lotta ai cambiamenti climatici, la promozione dei diritti umani, la collaborazione multilaterale per la soluzione delle crisi.

Esiti
La 25esima edizione del Seminario di Venezia per i giornalisti britannici ha ottenuto il successo sperato sia per livello di partecipazione sia per qualità e interesse degli interventi succedutisi nelle tre sessioni di lavoro. L’evento ha raggiunto anche quest’anno lo scopo che si prefigge: offrire ai principali giornalisti dei mezzi di comunicazione britannici un’immagine obiettiva ed efficace delle priorità politiche ed industriali del governo e dei grandi gruppi economici nazionali.

Le relazioni, i dialoghi e i dibattiti dei due giorni di lavori hanno consentito di entrare nel merito dell’attuale situazione politica ed economica italiana e di mettere in luce premesse e risvolti delle azioni di politica estera, economica e commerciale del governo.

Le attività culturali e sociali organizzate a margine dei lavori hanno infine confermato la loro utilità quale ulteriore momento di interazione e approfondimento tra giornalisti, rappresentanti istituzionali e imprese.

 


1041