Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Domande frequenti (Frequently Asked Questions)

 

Domande frequenti (Frequently Asked Questions)

 

  brexit puzzle resized

 

Carta d’identità o passaporto?
Il governo britannico ha indicato che non vi saranno immediati cambiamenti per quanto riguarda la documentazione necessaria per l’ingresso nel Paese. Per tutto il 2020 le carte d’identità (cartacee ed elettroniche) rimangono valide per l’ingresso nel Regno Unito. Ciò non sarà più assicurato a partire dal 1 gennaio 2021. Per chi debba viaggiare a partire da quella data raccomandiamo quindi di prepararsi per tempo e dotarsi di un valido passaporto.

EU Settlement Scheme (Settled Status e Pre-Settled Status). Cosa è?
È la misura amministrativa introdotta dal governo britannico per consentire ai cittadini europei che risiedano continuativamente nel Paese a tutto il dicembre 2020 (una proroga a soli fini di valida registrazione e' accordata fino a giugno 2021), di continuare a beneficiare per il futuro dei loro diritti come previsti nell'Accordo firmato con l'Unione Europea.

Come funziona?
E’ una procedura che permette di ottenere, a seconda dei casi, il Settled Status (con cinque anni o più di permanenza continuativa) o il Pre-Settled Status (meno di cinque anni - da diritto ad ottenere dopo aver comprovato cinque anni di permanenza continuativa, il Settled Status). Si può effettuare agevolmente tramite l’app “EU Exit: ID Document Check” sia per Android sia per Iphone7/successivi e sul sito internet dell’Home Office.

Il procedimento è fatto di 3 passaggi:
1) Fornire una prova valida d’identità (passaporto biometrico o carta d’identità nazionale). L’Home office potrebbe eccezionalmente accettare anche altre prove di identità alternative nel caso in cui il richiedente fosse impossibilitato a produrre i documenti necessari per circostanze fuori dal proprio controllo o per motivi pratici convincenti.
2) Fornire una prova valida di permanenza continuativa nel Regno Unito. Si consiglia di consultare l’elenco completo delle prove valide di residenza sull’Home Office. Per permanenza continuativa si deve intendere un periodo di tempo che non deve essere mai interrotto - per stare all'estero - per più di sei mesi ogni 12 (NB: NON sei mesi ogni anno solare!).
3) Superare il controllo dei precedenti penali per tutti i maggiori di 18 anni. Lo scopo di questi controlli è l’identificazione di rei gravi e recidivi o di soggetti che potrebbero costituire una minaccia alla sicurezza. I suddetti controlli verranno svolti sulla base di database del Regno Unito (non è stato ancora stabilito se verranno adoperati database ulteriori).

L’accesso nel Regno Unito verrà negato nei seguenti casi:
· Il richiedente è soggetto ad un’ordinanza o sentenza di deportazione;
· Il richiedente è soggetto ad un’ordinanza o sentenza di estradizione;
· Il richiedente è soggetto ad una sentenza di rimozione in caso di violazione o abuso dei diritti sanciti dalle normative EEA, a norma della Direttiva 2004/38/CE;

· Il richiedente, anche se non a conoscenza, fornisce informazioni false o fuorvianti o false rappresentazioni o documenti.
La richiesta che non possegga i requisiti sopraelencati non verrà subito respinta come invalida, ma verrà concessa al richiedente la possibilità di correggere/integrare gli elementi forniti. Nel caso in cui ciò non venisse fatto, l’Home Office tratterrà l’intero costo pagato per la richiesta invalida.

Qual è la differenza tra Settled e Pre-Settled Status?
I cittadini europei ai quali sarà riconosciuto il Settled Status risiederanno nel Regno Unito a tempo indeterminato. Potranno assentarsi per un massimo di cinque anni continuativi senza perdere tale Status. Avranno inoltre la possibilità di richiedere la cittadinanza britannica (sempre che tutti gli altri requisiti di cittadinanza siano soddisfatti). I figli nati dopo l’acquisizione dello status da parte dei genitori con Settled Status avranno automaticamente diritto alla cittadinanza.
Ai detentori del Pre-Settled Status sarà garantita la possibilità di maturare i cinque anni necessari per il Settled Status e i loro figli nati dopo questa data avranno automaticamente diritto allo stesso Status. Il Pre-Settled Status si ottiene qualora il richiedente non abbia trascorso un periodo continuativo di 5 anni nel Regno Unito.

Chi può fare richiesta?
I cittadini UE, SEE, Svizzeri
Cittadini non UE ma con familiare UE
Cittadini nati nel Regno Unito ma che non possiedono la cittadinanza britannica
I possessori del documento di soggiorno permanente nel Regno Unito (permanent residence document)
· I familiari di cittadini UE che non devono fare richiesta;
· Cittadini UE con familiare britannico.
I minori di 21 anni avranno automaticamente diritto allo stesso Status del genitore. Nel caso in cui i genitori non hanno nessuno dei due Status, i figli potranno comunque richiedere il Pre-Settled Status o il Settled Status, anche con meno di cinque anni di residenza continuativa.
I minori di 21 anni che vivono nel Regno Unito senza i genitori possono presentare istanza.

Chi è esente?
· I cittadini irlandesi;
· Coloro che possiedono la doppia cittadinanza;
· Chi possegga un Indefinite Leave to Remain (nel caso in cui si possegga tale documento si potrà (e' raccomandabile ma non obbligatorio) convertire automaticamente nel Settled Status, col beneficio aggiuntivo di poter risiedere all’estero fino a cinque anni anziché due come nell’attuale Permesso);
· Chi possegga un Indefinite Leave to Enter (returning visa).

Entro quando?
Il termine di scadenza per far valere il diritto è il 30 dicembre 2020. Tuttavia nella situazione attuale, il governo britannico ha comunicato che gli interessati, purché residenti in UK prima del 30 dicembre, possono presentare istanza di registrazione al EU Settlement Scheme fino al 30 giugno 2021. Tuttavia, si consiglia a tutti gli interessati di registrarsi al EU Settlement Scheme il prima possibile.
L'Ambasciata d'Italia suggerisce a tutti i cittadini italiani continuativamente presenti sul territorio britannico di procedere all'iscrizione del Settled Status.

In che caso otterrò il Settled Status?
In presenza di tutti gli altri requisiti previsti dallo schema (per i quali si consiglia di consultare il sito dell’Home Office) i cittadini UE che risiedono nel Regno Unito in modo continuativo (che non hanno lasciato il Paese per più di 6 mesi ogni 12 da almeno cinque anni potranno vedersi riconosciuto il Settled Status. Un periodo di assenza superiore ai 6 mesi (ma che non superi i 12) è concesso nel caso di gravidanza, grave malattia, studio, formazione professionale, assegnazione di incarico lavorativo all'estero. È concessa una deroga in caso di servizio militare obbligatorio di qualunque durata.

E il Pre-Settled Status?
In presenza di tutti gli altri requisiti previsi dallo schema (per i quali si consiglia di consultare Home Office) i cittadini UE residenti nel Regno Unito in modo continuativo (che non hanno lasciato il paese per più di 6 mesi ogni 12) da meno di cinque anni, potranno vedersi riconosciuto il Pre-Settled Status. Tale Status consentirà di maturare i cinque anni di residenza continuativa per ottenere il Settled Status. Un periodo di assenza superiore ai 6 mesi (ma che non superi i 12) è concesso nel caso di gravidanza, grave malattia, studio, formazione professionale, assegnazione di incarico lavorativo all'estero. È concessa una deroga in caso di servizio militare obbligatorio di qualunque durata.

Accesso accelerato al Settled Status
Le seguenti categorie potranno accedere al Settled Status anche avendo meno di cinque anni di residenza continuativa:
· I minori di 21 anni (oppure Pre-Settled se i genitori non hanno nessuno dei due Status);
· Le persone che abbiano perso il lavoro e/o siano rimaste vittima di incidente sul lavoro;
· Chi lavora in un altro Stato Membro dell’UE ma torna settimanalmente nel Regno Unito (avendo lavorato per tre anni continuativi nel Regno Unito);
· I famigliari di un cittadino UE deceduto per motivi
· lavorativi o deceduto dopo almeno due anni di residenza continua;
· I pensionati.

Quanto costa fare richiesta di Settled Status o di Pre-Settled Status?
Nulla (chi ha pagato in passato, quando non era ancora gratuito, ha diritto ad esser rimborsato).

Familiari
I familiari di un cittadino europeo, di qualsiasi nazionalità essi siano, a cui è concesso entrare nel Regno Unito in qualsiasi
momento, anche dopo il 30 giugno 2021, sono:
· Coniuge
· Civil partner
· Durable partner
· Figli o nipoti alle dipendenze (compresi quelli del coniuge/civil partner)
· Genitori o nonni alle dipendenze (compresi quelli del coniuge/civil partner)
La relazione dovrà essere in corso il 31 dicembre 2020 e al momento di ingresso nel Regno Unito.
Per i familiari allargati sarà invece necessario fare richiesta per il (Pre-)Settled Status entro il 31 dicembre 2020.

Dopo aver fatto richiesta per EUSS?
Una volta effettuata la domanda, sarà inviata una lettera al richiedente via e-mail con la conferma dello status di residente permanente o provvisorio. Tale lettera comprende un link per accedere online e verificare il proprio status.
Il richiedente è tenuto a mantenere i propri dati aggiornati online, per esempio qualora richiedesse un nuovo passaporto.

Patente di guida?
Non risultano essere state adottate, al momento, né a livello nazionale né europeo, nuove o differenti misure specifiche.

Come posso fare domanda per la cittadinanza britannica se sono in possesso sia della Permanent Residence Document e Settled Status?
Pur avendo realizzato con successo la domanda per il Settled Status, la Permanent Residence Card continua ad aver valore fino alla data effettiva della Brexit. E’ possibile pertanto presentare la richiesta per la cittadinanza britannica fin dal primo momento utile allo scadere del dodicesimo mese dalla data di ottenimento della suddetta Permanent Residence.

Cosa succederà dal 1 gennaio 2021?
Al termine del periodo di transizione (30 dicembre 2020), il Regno Unito non sarà più collegato in nessun modo al sistema di libera circolazione di persone e merci della Unione Europea o dell'Area Economica Europea. Occorrerà pertanto prevedere di munirsi di un valido passaporto per l'ingresso nel Paese (anche a fini turistici o di vista dei familiari). Per i cittadini UE che intenderanno stabilirsi nel Regno Unito dopo quella data e per un periodo superiore a tre mesi sarà necessario ottenere un apposito permesso i cui dettagli non sono stati ancora resi noti.
Durante tale periodo di transizione, il Regno Unito e l’Unione Europea si dedicheranno alla seconda fase dei negoziati per definire i futuri rapporti con tutti gli stati membri.

 

  


743