Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Italian Threads: Conversations on Fashion. Episode 2 – Grandi gruppi: il modello italiano di Renzo Rosso

Italian Threads EP2

È tornato l’11 giugno “Italian threads: conversations on fashion”, il ciclo di incontri che l’Ambasciata d’Italia nel Regno Unito ha deciso di dedicare a una delle più rappresentative industrie italiane – la moda – organizzato insieme alla testata giornalistica online ThePlatform.

L’appuntamento è stato con uno dei protagonisti indiscussi della moda del nostro Paese: Renzo Rosso, fondatore e presidente di Otb. In un contesto che ha visto finora la dominanza delle conglomerate francesi, l’imprenditore ha raccontato il modello di gruppo che sta portando avanti. Nella conversazione con Maria Silvia Sacchi, fondatrice e direttrice di ThePlatform, si sono affrontati i temi dell’impatto dell’intelligenza artificiale su un’industria creativa come la moda e, insieme, la necessità di preservare la filiera produttiva, che è caratteristica specifica dell’Italia.
Partito con i jeans Diesel, che ha portato al successo nella patria del denim, ovvero gli Stati Uniti, Renzo Rosso ha creato Otb, la holding a cui fanno capo, oltre a Diesel, marchi del lusso come Jil Sander, Maison Margiela, Marni e Viktor&Rolf. Otb controlla, inoltre, le aziende Staff International e Brave Kid e detiene una partecipazione del marchio americano Amiri.
L’incontro con Renzo Rosso è stato il secondo appuntamento di una serie che si svilupperà fino a novembre per raccontare la moda italiana attraverso le parole dei protagonisti di tutta la filiera produttiva, soprattutto nei suoi aspetti imprenditoriali e industriali.

Ad aprire il ciclo è stato in aprile Luca Sburlati, ceo di Pattern Group, azienda specializzata nella progettazione, ingegneria, sviluppo, prototipazione e produzione di linee di abbigliamento. SSeguiranno, tra gli altri, Alfonso Dolce, amministratore delegato del gruppo Dolce & Gabbana, Carlo Capasa, presidente della Camera della moda, e Sergio Tamburini, amministratore delegato di Ratti e presidente di Sistema moda Italia.