Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Lavoratori

 Una lista completa dei visti per il Regno Unito è disponibile sul sito del governo britannico.

I contenuti pubblicati dall’Ambasciata d’Italia a Londra sul tema dei visti d’ingresso nel Regno Unito hanno una finalità esclusivamente informativa e non hanno valore legale.

L’Ambasciata d’Italia non può fornire assistenza sul rilascio dei visti d’ingresso per il Regno Unito che resta di esclusiva competenza delle autorità britanniche.

 

LAVORATORI

Dal 1° gennaio 2021 i cittadini UE che intendono recarsi a lavorare nel Regno Unito devono richiedere un visto secondo le procedure stabilite dal Points-Based System previsto dalle competenti autorità britanniche.

Lavoratori frontalieri

I cittadini UE che alla data del 31 dicembre 2020 risiedevano in un Paese estero ma erano – e continuano ad essere – lavoratori dipendenti o autonomi nel Regno Unito possono richiedere un permesso per lavoratori frontalieri (Frontier Workers).

Il Frontier Worker permit consente di entrare nel Paese per continuare a svolgere la propria attività lavorativa, ma, a differenza del Settled Status previsto in ambito EU Settlement Scheme, non porta all’acquisizione di un permesso di “residenza a tempo indeterminato” e, seppur rinnovabile, ha validità solo fino a quando sussiste lo status di lavoratore frontaliero.

Visto Lavorativo o Skilled Worker Visa

È destinato a lavoratori qualificati con un’offerta di impiego da parte di un’azienda basata nel Regno Unito, debitamente registrata presso l’Home Office.

Per maggiori informazioni sui requisiti necessari per ottenere tale visto, le professioni ammesse dal Governo britannico e i requisiti salariali minimi previsti dalla normativa del Regno Unito si rimanda al sito internet ufficiale dell’Home Office: Skilled Worker visa: Overview – GOV.UK (www.gov.uk).

Questo servizio, a cura dell’Home Office, permette di controllare se si soddisfano i requisiti per fare domanda di visto per lavoratori qualificati: Check if you are eligible for a Skilled Worker visa (visas-immigration.service.gov.uk).

Chi intende lavorare nell’ambito dell’assistenza sanitaria può richiedere il visto Health and Care.

Specialist Worker visa (Global Business Mobility)

Si tratta di un visto che permette il trasferimento di personale di aziende multinazionali operanti in diverse giurisdizioni e/o tra diverse filiali della stessa organizzazione. Anche in questo caso è richiesto un certificato di sponsorizzazione rilasciato da uno Sponsor debitamente autorizzato dall’Home Office.

Temporary Work

Si tratta di un visto che include una pluralità di fattispecie (seguono maggiori dettagli). I requisiti necessari per accedervi dipendono dal tipo d’impiego temporaneo. Resta l’obbligo, per tutte le categorie previste, di ricorrere alla sponsorizzazione da parte di un datore di lavoro britannico.

  1. Charity Worker visa: visto che consente di svolgere attività di volontariato non retribuita presso un’organizzazione (che funge da sponsor). Ha una validità massima di 12 mesi.
  2. Creative Worker visa: visto destinato ai creative workers (a titolo di esempio: attore, ballerino, musicista o operatore di una troupe cinematografica). Occorre essere sponsorizzati da un datore di lavoro per un’attività connessa alla propria professione. Ha una validità massima di 12 mesi ma può essere fatta richiesta di estensione.
  3. International Sportsperson visa: visto dedicato agli sportivi. Anche in questo caso è necessario essere sponsorizzati da un datore di lavoro britannico.
  4. Government Authorised Exchange visa: visto destinato a coloro che intendono recarsi nel Regno Unito per un’esperienza di lavoro o per formazione di breve termine, attraverso un programma di scambio autorizzato dal Governo britannico. Occorre un’offerta da parte di uno sponsor. Il visto può essere concesso per massimo 12 o 24 mesi.
  5. International Agreement visa: visto destinato ai lavoratori di un Governo straniero o di un’organizzazione internazionale che prestano servizio nel Regno Unito.
  6. Religious Worker visa: visto destinato a coloro che intendono svolgere attività religiose. La durata massima di questo visto è di due anni.
  7. Seasonal Worker visa: visto destinato a coloro che intendono svolgere lavori agricoli. Anche per questo visto è richiesta una sponsorizzazione.

Visto Global Talent

È un visto che si rivolge a leader, o potenziali tali, in ambiti quali scienza, discipline umanistiche, ingegneria, arti (inclusi cinema, moda, design e architettura) e tecnologia digitale.

Visto Innovator Founder

II visto Innovator Founder è dedicato a individui che intendano realizzare per la prima volta un business innovativo nel Regno Unito. I requisiti per ottenere tale visto sono elencati sul sito dell’Home Office.

***Domande frequenti***

Dovrò entrare nel Regno Unito per cercare lavoro, posso richiedere il visto una volta arrivato?

No. È possibile fare ingresso nel Regno Unito senza visto per effettuare colloqui di lavoro entro il limite dei 6 mesi di esenzione dal visto, ma non è al momento prevista la possibilità di effettuare le richieste di visto lavorativo una volta fatto ingresso nel Regno Unito come visitatore. Il visto lavoro deve essere ottenuto prima dell’arrivo nel Regno Unito.

Ho lavorato in passato nel Regno Unito, ho il NIN e un conto bancario, ma l’azienda che ho contattato non può essere sponsor. Posso entrare lo stesso nel Paese per lavoro?

Essere in possesso della sola offerta di lavoro, del NIN o di un conto bancario britannico non sono requisiti sufficienti per l’ingresso nel Regno Unito per ragioni di lavoro. Occorre ottenere un’offerta d’impiego da un datore di lavoro con licenza di sponsor rilasciata dall’Home Office.

Devo recarmi nel Regno Unito per un breve viaggio di lavoro, necessito di un visto?

Per brevi viaggi di lavoro (c.d. Business Trip) potrebbe non essere necessario chiedere un visto. Si rimanda al sito dell’Home Office per maggiori dettagli.